cerco casa

CERCO CASA DISPERATAMENTE

Ognuno ha il proprio modo di rilassarsi. La sera, quando scende il buio e le energie della giornata sono quasi esaurite c’è chi poltrisce inerme davanti alla TV, chi legge un libro, chi sia abbiocca sul divano.

Io ultimamente ho abbandonato questi rilassanti, quanto futili, passatempi per un’attività più stimolante: io cerco casa, e lo faccio con l’accanimento di chi ha uno sfratto esecutivo che gli pende sul groppone.

Nonostante sia in genere di gusti piuttosto sobri, non ami lo sfarzo e rifugga l’ostentazione fine a se stessa, quando si tratta di cercare casa, le mie inclinazioni abbandonano ogni modestia.

L’aspetto singolare è che mi dedico esclusivamente alla ricerca di immobili che non sono alla mia portata. Come una vera nobildonna snobbo la periferia con lo sdegno di Mariangela Melato in “Travolti da un insolito destino …”e rivolgo le mie ricerche al centro città, la linea di confine: la circonvallazione interna.

Punto il mirino sui quartieri della Milano bene: Brera, Navigli, San Vittore, Sempione, potrei al limite tollerare la zona dell’Ippodromo, purchè mi venga garantito il giardino privato. Noblesse oblige.

Disdegno monolocali e bilocali come fossero catapecchie decrepite e mi concentro solo sulle case di pregio dalle ampie metrature: attici con terrazze, ville con piscina o giardini pensili, appartamenti vista Duomo, Santa Maria delle Grazie o San Marco.

Come se avessi vinto al Superenalotto, prendo in rassegna immobili già ristrutturati e dalle finiture di pregio, possibilmente arredati da architetti o designer dai gusti raffinati nello stile di AD o Elle Decor.

Si tratta inevitabilmente di proprietà dai costi assolutamente fuori dalla mia portata che prevedono cifre a sei zeri o la trattativa riservata. Eppure questo particolare non mi ferma, e poi perché perdere tempo con dettagli così volgari come il vile denaro?

Ci sarebbe infine un altro elemento di scarso rilievo da segnalare: casa mia mi piace parecchio, è confortevole, l’ho appena ristrutturata e per ora risponde alle esigenze della mia famiglia. In altre parole in questo momento non ho alcuna necessità di cambiare abitazione.

Eppure cerco casa come se avessi l’ufficiale giudiziario alla porta.

Il Torinese sostiene che avrei bisogno di farmi vedere da uno psichiatra, di quelli bravi. Io sono invece dell’idea che mi basterebbe fare due chiacchiere con un abile agente immobiliare.

 

 

Annunci

19 pensieri su “CERCO CASA DISPERATAMENTE

  1. Secondo me hai trovato la tua personale via di fuga dalla quotidianità!Mio marito ogni tanto fa così mi mostra case d’epoca di Torino in cui io non andrei mai a viverci, in quartieri scomodissimi per il parcheggio o per le attività dei nostri figli.Case in collina dalle quali non scendi se fa qualche cm di neve…mi fa impazzire!Ed io che non cambierei casa nostra per nulla al mondo!!!

    Liked by 1 persona

  2. Mi hai fatto morire… dal ridere, dico. Anche se non era forse il tuo intento. Ognuno ha le sue manie, la tua è deliziosa. Sappi che noi il giardino l’abbiamo, ma viviamo (come sai) molto in periferia, l’abbiamo pagato caro lo stesso, ed è ridotto a uno stato tale che una spianata di cemento farebbe meno orrore. Va’ che i giardini richiedono un sacco di cura, e le grandi ville costano anche in manutenzione. Ma che te lo dico a fare? E’ chiaro che, in dimore come quelle che sogni, avresti tutta una rosa di collaboratori domestici. Perché il bello dei sogni è che sono infinitamente ed eternamente possibili e all-inclusive 🙂

    Liked by 2 people

    1. In realtà Madda l’intento era proprio quello di far ridere e di fare autoironia, talvolta adoro prendermi in giro :-). Senti colgo l’occasione per chiederti se andrai a “mamma che blog”, ho letto qualcosa su FB, ma non ho capito cos’hai deciso

      Mi piace

  3. è un sano passatempo, un realistico sognare, proprio perchè scegli un livello di case assolutamente irraggiungibile.
    perciò stai lontana dagli psichiatri (non c’è nulla da sanare) e ancor più dagli agenti immobiliari (capaci di venderti il Parco Sempione e la pinacoteca di Brera in un botto solo a suon di cambiali)
    🙂
    ml

    Liked by 1 persona

  4. Anche a me “rilassa” cercare casa. Quando la cercavo davvero era un’attività che adoravo (almeno per i primi 5 mesi). Ora che casa ce l’ho, mi manca la ricerca, immaginarmi in una di quelle case, persino fare i conti per vedere se posso permettermela eheheheh

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...